Accesso ai servizi

ABBRUCIAMENTO DI MATERIALE VEGETALE

Alla luce delle numerose richieste di chiarimenti si forniscono alcune precisazioni in merito all'accensione di fuochi sul territorio comunale.
In tutto il centro abitato, come disciplinato dal Regolamento Comunale di Polizia Urbana, è vietato accendere fuochi fuori dai camini (art. 78, comma 1, lett. e).
Al di fuori del centro abitato sono concesse le attività di raggruppamento e combustione in piccoli cumuli ed in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro esclusivamente di cosiddetti “scarti agricoli o forestali”. La categoria comprende materiali vegetali quali paglia, sfalci, potature, nonchè altro materiale naturale non pericoloso utilizzato esclusivamente in agricoltura o nella selvicoltura mediante processi o metodi che non danneggiano l'ambiente, né mettono in pericolo la salute umana.
La combustione deve avvenire nel luogo di produzione e va considerata come normale pratica agricola consentita per il reimpiego dei materiali come concimanti. Tale pratica è comunque vietata dal 1° novembre al 31 marzo. Chi ha acceso il fuoco deve assistere di persona fino al suo completo spegnimento, e devono essere rispettate le norme contenute nella Legge Regionale 15/2018.
La pratica è vietata nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi dichiarati dalla Regione.
E' invece vietata su tutto il territorio non solo comunale ma nazionale, come previsto dal “Testo Unico Ambientale” (D. Lgs. 152/2006), l'attività di abbruciamento dei rifiuti vegetali provenienti da aree verdi, come giardini, parchi ed aree cimiteriali. Gli scarti verdi di tale tipologia devono essere conferiti come previsto dal Regolamento Comunale (raccolta a domicilio nei contenitori assegnati su richiesta o centro di raccolta)
E' comunque sempre vietato bruciare materiali pericolosi quali plastica, gomma, nylon ecc…
La violazione alle disposizioni suddette comporta, a seconda dei casi, violazione amministrativa punita con il pagamento di una sanzione pecuniaria, oppure illecito di natura penale.


Ignora collegamenti di navigazione