Accesso ai servizi

ATTIVITA' DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

Si semplifica la trasmissione della SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) nelle manifestazioni temporanee con somministrazione di alimenti senza finalità imprenditoriali

 

La Regione Piemonte, con DGR 19-7530 del 14/09/2018, ha introdotto la possibilità, per gli operatori che esercitano l’attività di preparazione/somministrazione temporanea di alimenti in forma non imprenditoriale (associazioni di volontariato, pro loco, parrocchie, scuole ecc...) di trasmettere la documentazione prevista per la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) direttamente sia all’ASL che al Comune territorialmente competenti, anziché al SUAP (sportello unico attività produttive). 
In particolare, la SCIA di somministrazione temporanea, unitamente alla scheda anagrafica ed alla notifica sanitaria possono essere trasmesse via PEC al Comune ed all'ASL e possono essere sottoscritte sia con firma digitale che con firma autografa (in quest'ultimo caso, deve essere allegata la copia della carta di identità del sottoscrittore).
Per mettere a disposizione dell'ASL le informazioni riguardanti la manifestazione, inoltre, devono essere trasmessi via PEC all'ASL i dati contenuti nei moduli per la manifestazione temporanea di tipo A (Somministrazione di bevande, preparazione e/o somministrazione panini e alimenti semplici, con esclusione di superalcolici) o tipo B (Preparazione/somministrazione pasti), almeno 10 giorni prima dell'inizio della manifestazione.
Per l'attività di somministrazione temporanea con carattere imprenditoriale, invece, i documenti suddetti devono essere presentati al SUAP attraverso il portale. 


Ignora collegamenti di navigazione